+ 8618917996096Weixin
Inglese
中文简体 中文简体 en English ru Русский es Español pt Português tr Türkçe ar العربية de Deutsch pl Polski it Italiano fr Français ko 한국어 th ไทย vi Tiếng Việt ja 日本語
08 ottobre, 2021 21 Visto

A cosa serve una sfera di integrazione?

Sfera di integrazione è un dispositivo di raccolta della luce. Le sorgenti di illuminazione o di misurazione possono essere ricavate dalla luce raccolta. Quindi, la luce entra nella sfera, si riflette sulla superficie lambertiana altamente riflettente e si disperde uniformemente all'interno della sfera. Un cavo in fibra ottica raccoglie un segnale luminoso omogeneizzato dietro una porta confusa all'interno della sfera, indipendentemente dalle caratteristiche angolari della porta del campione. Il deflettore è fondamentale per impedire che le riflessioni iniziali accedano alla fibra di rilevamento.

Al fine di fornire risultati di test tecnicamente accettabili, il corretto funzionamento di un sistema di sfere integrative è una sfida. Sono necessarie procedure di calibrazione e configurazione del test adeguate. Di conseguenza, gli errori di misurazione possono essere difficili da vedere quando si utilizzano sorgenti luminose che non offrono output affidabili. La misurazione del flusso luminoso totale può richiedere molto tempo, il che può portare a errori umani.

Integrazione di applicazioni sferiche
Il flusso radiante viene raccolto integrando sfere e quindi integrato spazialmente. Se un campione di materiale viene a contatto con il flusso prima o dopo la misurazione, è possibile determinare il flusso. Per misurare direttamente il flusso di lampada e laser, o la densità di flusso generata dall'illuminazione emisferica, utilizzare un radiometro o un fotometro con una sfera a stato solido.

utilizzando sfere di integrazione valutare la riflettanza o la trasmittanza totale dei materiali diffusi o scattering è uno degli usi più comuni. L'apertura della porta di una sfera integratrice illuminata internamente può essere utilizzata anche come sorgente di ampia area con luminosità uniforme, come uso alternativo. Queste sorgenti luminose possono essere impiegate come retroilluminatori uniformi o per calibrare apparecchiature e sistemi di imaging elettronico.

LPCE-2 (LMS-9000) Spettroradiometro ad alta precisione che integra il sistema a sfera

LPCE-2 (LMS-9000) Spettroradiometro ad alta precisione che integra il sistema a sfera

Radiometri e fotometri
Il flusso geometrico totale di una sorgente luminosa o la densità di flusso dell'area illuminata possono essere misurati direttamente utilizzando un sfera di integrazione e un fotorilevatore con la risposta spettrale adeguata. Il design adatto della sfera di integrazione è determinato dalla distribuzione geometrica della luce osservata.

La tecnologia di rilevamento foto adatta è determinata dalle caratteristiche spettrali della sorgente luminosa. Il watt è l'unità SI del flusso radiante ed è utilizzato dai radiometri per misurare la luce. I radiometri sono l'uso più frequente per i fotorivelatori a risposta quantistica.

Poiché la loro risposta spettrale varia, i filtri ottici sono più adatti in quasi tutte le situazioni, tranne quando il flusso in ingresso è monocromatico, per sintonizzare la risposta su una particolare area spettrale. I rilevatori termici sono indipendenti dalla lunghezza d'onda. A causa di questa caratteristica, sono anche vulnerabili all'irradiazione del calore ambientale. La radiazione in ingresso deve essere regolata per il rilevamento sincrono e la temperatura deve essere regolata.

Sfere integranti sono dispositivi che tengono traccia delle variazioni della lunghezza d'onda della luce nel tempo. I rivelatori vengono utilizzati in combinazione con un qualche tipo di dispositivo di separazione dello spettro, come un interferometro o un reticolo di diffrazione monocromatico.

Riflettanza e trasmittanza dei materiali
Le misurazioni della riflettanza e della trasmissione di materiali diffusi o scattering sono gli usi più comuni delle sfere integrate nella misurazione. Le misurazioni vengono solitamente sempre effettuate spettralmente, in relazione alle lunghezze d'onda utilizzate. L'unica eccezione a questa regola è se si utilizza un rilevatore di risposta fotopica per misurare la riflettanza o la trasmissione luminosa. Lisun ha le migliori sfere di integrazione per queste applicazioni.

La trasmittanza diffusa viene utilizzata nella spettroscopia ultravioletta per valutare la resistenza ai raggi UV di contenitori farmaceutici, dispositivi di protezione solare e rivestimenti per automobili. Vernici, tessuti e arti grafiche utilizzano tutti lo spettro visibile per regolare e quantificare i loro colori. I rivestimenti e le lamine per il controllo termico utilizzati nella progettazione di veicoli spaziali utilizzano la riflettanza emisferica totale (THR) nell'infrarosso per stimare l'emissività della superficie per l'analisi del trasferimento di calore radiante.

Lisun Instruments Limited è stata trovata da LISUN GROUP nel 2003. Il sistema di qualità LISUN è stato rigorosamente certificato da ISO9001: 2015. Come abbonamento CIE, i prodotti LISUN sono progettati in base a CIE, IEC e altri standard internazionali o nazionali. Tutti i prodotti sono stati certificati CE e autenticati dal laboratorio di terze parti.

I nostri prodotti principali sono  GoniofotometroSfera Integrativa , Spettroradiometro , Generatore di sovratensioni , Simulatore ESD , Ricevitore EMI , Apparecchiatura di collaudo EMC , Tester di sicurezza elettrica , Camera ambientale , Camera Temperatura , Camera climatica , Camera Termale , Test di nebbia salina , Camera di prova della polvere , Test impermeabile , Prova RoHS (EDXRF) , Test del filo incandescente e Test della fiamma dell'ago .

Non esitate a contattarci se avete bisogno di supporto.
Dipartimento tecnico:  [email protected] , Cella / WhatsApp: +8615317907381
SALDI
Ufficio:  [email protected] , Cella / WhatsApp: +8618917996096

tag:

Lasciate un messaggio

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *